Logo

Casa Ghizzardi: mi richordo anchora

ispirato all'opera dell'artista Pietro Ghizzardi
progetto di Giulia Morelli e Silvio Castiglioni
da un’idea di Franco Laera
con Silvio Castiglioni
co-regia e collaborazione drammaturgia Giovanni Guerrieri
impianto scenico e luci Nicolò Cecchella, Valeria Palermo, Valentina Tescari
sound design Matteo Massocco
light design Stefano Bardelli
produzione CRT | Teatro dell'arte
in collaborazione con Casa Museo “Pietro Ghizzardi”, associazione culturale "Pietro Ghizzardi" - Centro Documentale e Archivio Storico e associazione culturale Celesterosa, con il contributo di Regione Emilia Romagna

“C’è un uomo nella Bassa sui settant’anni che si chiama Pietro Ghizzardi ed è un grande uomo. Ma da parecchio prima che cominciasse a dipingere (…) lessi le sue memorie quando erano in boccio e dissi: « Corro subito ad abbracciarlo». Poi non corsi ad abbracciarlo, passò del tempo, si dimentica, questa è la vita, e si onora purtroppo più facilmente un artista che un uomo.” 
Così scrive Cesare Zavattini nella prefazione di Mi richordo anchora, romanzo popolare in forma di autobiografia del pittore Pietro Ghizzardi (1906 – 1986), mantovano di nascita approdato poi a Boretto, nelle terre della bassa emiliana. Le sue memorie sono l’espressione di un mondo contadino che affonda le radici in tradizioni e superstizioni lontane, parole che sgorgano da un’espressività sorgiva – la medesima da cui, sul versante figurativo, si origina la sua pittura. Il linguaggio apre così uno squarcio potente e inaspettato sulla vita delle campagne della zona del Po e ci restituisce la consapevolezza del tramonto di quel mondo che, nonostante tutto, è determinato in qualche modo a resistere attraverso la propria narrazione epicizzata. Silvio Castiglioni conduce il pubblico in un viaggio teatrale  tra le opere originali dell’artista padano ancora da scoprire – ritratti di donne, omaggi a personaggi storici, leggende popolari e storie sacre – esposte in una installazione  che riunisce i veri quadri, documenti e fotografie di  Gianni Berengo Gardin.


Contatti
T. 02 48017050 | [email protected] | [email protected] | www.crtmilano.it

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.